Forum

Rispondi

Effettua l'accesso per poter rispondere al topic oppure registrati al nostro sito!

Risposte: 3   Visualizzazioni: 757  Sottoscrizioni: 4

RAZZI

Mi rendo conto di essere un poco in ritardo nei tempi ma lancio un argomento: l'uso dei razzi e fuochi di segnalazione.
Spinto dalla curiosità di scoprirne il funzionamento e dalla difficoltà di smaltirli diversamente, negli ultimi anni ho preso l'abitudine di conservare i fuochi di segnalazione scaduti e usarli la notte dell'ultimo dell'anno....
... forse potrete giudicare la cosa poco ortodossa ma presenta alcuni pregi innegabili, di seguito alcune riflessioni scaturite:
- è qunto mai opportuno effettaure quuesto tipo di esercitazioni poiché, nonostante la situazione sia certamente più tranquilla di quella (malaugurata) di una emergenza in mare, non è afftto immediato utilizzare i fochi
- diverse marche hanno sistemi di accenzione diversi
- in ogni caso occorre leggere con calma e attentamente le istruzioni (1/2 minuti)
Una mia personalissima statistica - priva di velleità scientifiche - basata sull'uso di 4 set di fuochi dice che sparando fuochi appena scaduti e conservati perfettamente:
- in due kit entrambe i razzi (stelle a luce rossa) hanno fatto cilecca e negli altri due kit solo uno dei due razzi ha funzionato (cioè su 8 razzi complessivi solo 2 hanno funzionato!!)
- le stelle rosse (quando funzionano) hanno una durata massima di un paio di secondi e quindi vanno utilizzate solo in vista di una imbarcazione e non in pieno sole!
- Per quanto sopra esposto bisogna salutare con gioia la sostituzione con i razzi a paracadute che sono decisamente più utili
- Per quanto riguarda i fuochi le cose vanno meglio e se sono conservati all’asciutto funzionano quasi sempre (complessivamente solo 2 cilecche su 8 fuochi), tuttavia bisogna fare attenzione:
- alle scintille che cadono (che sono in grado di incendiare e fare affondare qualsiasi barca in VTR o gommone)
- alla intensa luminosità che sconsiglia di guardare direttamente la fiamma altrimenti si rimane abbagliati per alcuni minuti (immaginate cosa possa significare in situazione di abbandono nave e di notte non vedere dove si mettono i piedi)
- di giorno funzionano comunque bene, non per la luminosità ma per il fumo che sprigionano
In definitiva consiglio di conservare le dotazioni scadute ed esercitarsi con esse la notte dell’ultimo dell’anno e di far mettere sotto-vuoto (si può fare in qualsiasi salumeria) le dotazioni appena acquistate se volete avere una qualche speranza che funzionino all’occorrenza.



Messaggio modificato il 1/5/2007 11:27:14 AM da Napoli
Inserito il 05-01-2007 alle 11:14
Napoli
Velista
168 Messaggi
Iscritto il 05-01-2007

Risposta al topic

Molto interessante,
quello che mi fà "paura" è il fatto che molti razzi non abbiano funzionato mi sà che le case costruttrici non si preoccupino molto di questo fattore per il fatto che l'uso dei fuochi per fortuna è molto raro. Il fatto che fossero scaduti non credo cambi molto.

Ci raccontano un sacco di belle cose teoriche sia sui giornali, che anche purtroppo durante i vari corsi di patenti nautiche, ma le prove pratiche sono sempre le più efficaci !
Inserito il 05-01-2007 alle 11:14
Salud
fustino83
Velista
308 Messaggi
Iscritto il 19-05-2006

Risposta al topic

salve. Quando mi e' capitato ho sempre sparato i razzi scaduti a capodanno,ma non anno mai funzionato nessuno di quelli che avevo.Comunque erano scaduti da parecchio.
Fortuna che esistono le radioboe.


buon anno Pingui55
Inserito il 05-01-2007 alle 11:14
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

Io dei razzi non mi fido. Meglio usare altri sistemi e poi faccio una considerazione: tu sei lì bagnato ed impaurito a 5 miglia dalla costa: credere di poter usare i razzi spesso è una chimera e pensare che li vedano, pure. Magari ti vedono in Agosto, quando c'è in mare parecchie barche, ma dopo non ti vede nessuno.
Ce li ho, perchè obbligatorio averli e non scaduti, ma non penserei mai ad usarli. Meglio affidarsi ad altri sistemi più efficaci e moderni. VHF con antenna in testa d'albero, se non sei affondato, oppure EPIRB, se sei affondato.
Avere un telefono dual band GSM-satellitare Thuraya, magari tenuto in una busta stagna, non guasta.
Se vedi che le cose si stanno mettendo male, telefoni sempre.
Non sarà molto "marino" come sistema, ma rende, anche perchè il Thuraya ha anche il GPS!
Oltretutto ora costano molto meno di una volta e sono pure ricaricabili e non solo a contratto. Basta tenere in rubrica i numeri di chi può venirti a salvare o trainare ed il gioco è fatto.
Anche perchè l'EPIRB va usato in casi estremi e ciè SOLO SE SEI AFFONDATO, anche perchè esce l'elicottero e rischiano anche loro per salvarti la vita!
Inserito il 05-01-2007 alle 11:14
Tom
capospartivento
Skipper
552 Messaggi
Iscritto il 11-01-2007
Rispondi

Effettua l'accesso per poter rispondere al topic oppure registrati al nostro sito!

Iscriviti alla newsletter

© 2001-2019 Velaforfun.com