Forum

Rispondi

Effettua l'accesso per poter rispondere al topic oppure registrati al nostro sito!

Risposte: 18   Visualizzazioni: 1868  Sottoscrizioni: 19

Scarso ??

Andando in deriva con un bravo timoniere,mi sento sempre chiedere da lui "avvertimi quando c'è uno scarso"... dice che lo deve fare il prodiere..no problem, lo faccio volentieri, ma cos'è uno scarso ? Non lo chiesto a lui per evitare figuraccia, ma mi sa che lo ha capito...chiedo aiuto a voi!

1000 Grazie

P.s già che ci siamo cosa si fa quando c'è uno scarso?
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Alexgti-r2891
Velista
133 Messaggi
Iscritto il 13-06-2004

Risposta al topic

Buon giorno Alexgti. Per evitare figuracce quando vai con il timoniere bravo guardi la bussola poi gli dici che c'e' uno scarso e lui vira. Divertiti. Ti saluto

Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

:stordita:

Rimango in attesa, cosa è uno scarso?

Grazie

Aggiungo una seconda domanda senza aprire un altro 3d... quali sono usualmente i compiti relativi alla tattica di un prodiere? Cosa dovrò tener d'occhio e come di solito si interagisce con il timoniere? Chiedo in via generale, poi ovvio che ognuno avrà un proprio linguaggio...





Messaggio modificato il 7/30/2006 8:28:11 PM da Alexgti-r2891
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Alexgti-r2891
Velista
133 Messaggi
Iscritto il 13-06-2004

Risposta al topic

Buona sera. Al momento non mi viene niente in mente anche se ho fatto il prodiere sui 470.
Mi dispiace.
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

si ma se non hai nulla da dire in merito...evita di rispondere:roll: !

Se chiedo come è il gelato al cioccolato è inutile che mi si risponda "mangio solo gelato alla frutta"...non mi è utile!

Toro dove sei?? Mi spieghi qualcosa?

Un saluto (anche a Pingui ovviamente!)
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Alexgti-r2891
Velista
133 Messaggi
Iscritto il 13-06-2004

Risposta al topic

BUONO - Variazione della direzione del vento che di bolina consente di avvicinare la prua al vento. Il contrario, allontanare la prua dal vento a causa di un salto dello stesso, si dice scarso.

Risposta da dizionario.

Per quello che riguarda i compiti del prodiere...
Pre partenza
Chiama la distanza dalla linea di partenza e la posizione delle altre barche prima del via.

Durante la regata
Chiama le raffiche e le onde facendo magari un conto alla rovescia.
Aiuta il timoniere controllando la posizione delle altre barche.

E ovviamente, questo lo sai già, chiama gli scarsi e i buoni utilizzando la bussola.

Spero di essere stato abbastanza esaustivo.

Buon vento

Ps. comunque se non sai, non temere di fare una figuraccia, in barca c'è sempre da imparare. Oltretutto un buon timoniere può capire quali sono le tue conoscenze e regolarsi di conseguenza.


Messaggio modificato il 8/1/2006 7:37:43 PM da AleBoss
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
AleBoss
Velista in porto
17 Messaggi
Iscritto il 04-07-2006

Risposta al topic

Grazie innanzitutto...senz'altro hai ragione..tuttavia dato che al momento il timoniere è su un altro livello rispetto a me, ho "paura" a scoprire le carte, e faccio un lavoro parallelo (questo sul forum e leggendo libri) per colmare il gap...

Molto chiara la spiegazione... ha tutti i modi approndisco il livello delle domande:

-Quando c'è uno scarso si vira di bordo subito o no?
- Lo scarso quindi non indica una riduzione dell'intensità del vento, ma solo un suo basculaggio od una sua oscillazione giusto??
-La bussola aiuta nel rilevare lo scarso? Voglio dire normalmente si naviga con un abbuono di 4-5 gradi di un grande monoscafo, su di una deriva le oscillazioni saranno maggiori e renderanno tutto più difficoltoso o sbaglio? Perchè la bussola tocca al prodiere se già sto combattendo al trapezio?

Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Alexgti-r2891
Velista
133 Messaggi
Iscritto il 13-06-2004

Risposta al topic

Io non sono un derivista ma ti rispondo sulle cose generiche.

-Quando c'è uno scarso si vira di bordo subito o no?

Non necessariamente, dipende chiaramente da quando dura questo scarso se è di pochi secondi no, se invece è proprio una variazione della direzione del vento "generale", chiamiamolo così, che può durare diversi minuti o addirittura definitivamente allora si può pensare di virare o cambiare completamente tattica di regata.

- Lo scarso quindi non indica una riduzione dell'intensità del vento, ma solo un suo basculaggio od una sua oscillazione giusto??

Probabilmente la definizione giusta è quella di Aleboss, quindi rotazione del vento, ma bisogna stare attenti che alcuni, magari sbagliando, usano scarso anche per indicare una zona con mancanza o cmq riduzione dell'intensità del vento, bisogna chiarirsi prima di partire ;)

-La bussola aiuta nel rilevare lo scarso? Voglio dire normalmente si naviga con un abbuono di 4-5 gradi di un grande monoscafo, su di una deriva le oscillazioni saranno maggiori e renderanno tutto più difficoltoso o sbaglio?

Come gradi di scarso/buono non credo ci sia differenza tra grandi barche da regata e derive, i gradi son sempre quelli, e spesso sono anche molto di più di 4 o 5 gradi. Sulla driva essendo più sensibile sarà più facile accorgersi di uno scarso e di agire di conseguenza.

Per il resto bisogna sentire uno che in deriva ci và :)
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Salud
fustino83
Velista
308 Messaggi
Iscritto il 19-05-2006

Risposta al topic

grazie anche a te per le precisazioni... rimarco tuttavia sul discorso della bussola...tu mi dici "gli abbuoni sono anche di più di 4-5 gradi e sono paragonabili tra grandi monoscafi e derive"...prendiamo per buona questa affermazione...chi ci dice però che il basculaggio (rotazione del vento costante da un punto ad un altro) od un oscillazione (rotazione del vento che poi ritorna alla sua posizione di origine) siano leggibili attraverso la bussola, che cioè abbiano una rotazione superiore ai 6 o 7 od 8 gradi di "errore" della bussola?
E se il basculaggio/oscillazione è di soli 2 gradi?? La bussola non ci aiuta...si va a fiuto....


Quanto alle procedure di paretenza, il prodiere oltre a verificare le posizioni delle altre barche debba dare un occhiata alla precedenze no? Ci sono regole particolari in partenza (come lo sono all'interno del cerchio delle due lunghezze in boa) o sono quelle standard (Sopravvento/mure a dritta) che si fanno in regata?

Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Alexgti-r2891
Velista
133 Messaggi
Iscritto il 13-06-2004

Risposta al topic

[quote]chi ci dice però che il basculaggio (rotazione del vento costante da un punto ad un altro) od un oscillazione (rotazione del vento che poi ritorna alla sua posizione di origine) siano leggibili attraverso la bussola, che cioè abbiano una rotazione superiore ai 6 o 7 od 8 gradi di "errore" della bussola?
E se il basculaggio/oscillazione è di soli 2 gradi?? La bussola non ci aiuta...si va a fiuto.... [/quote]




Su questo hai ragione, non credo si possibile riuscire a rilevare uno scarso di così pochi gradi e oltre che con la bussola penso non sia visibile neanche a occhio, ci se ne accorge solo quando ci arriva addosso.






Messaggio modificato il 8/2/2006 6:42:52 PM da fustino83
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
Salud
fustino83
Velista
308 Messaggi
Iscritto il 19-05-2006

Risposta al topic

Vacci sul 470!!! Magari qualche cosa impari.
Magari ti accorgi che le bussole hanno dei settori colorati che a qualche cosa servono. Le definizioni da manuale servono solo sui forum. Buona giornata
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

Innanzitutto risposta alle tua domanda sullo scarso: se sei solo, la bussola ti aiuta a "vedere" uno scarso, ma a mio parere questo è un caso in cui lo scarso lo chiama il timoniere. Il prodiere dovrebbe vedere uno scarso prima che la barca ci entri, essenzialmente in due modi. Il primo (quando lo scarso dipende da una raffica) è guardare l'acqua: dovresti accorgerti se la raffica in arrivo segue la direzione media del vento, oppure se te la vedi venire incontro da prua.
Il secondo modo è osservare con attenzione le barche subito davanti a te (se ce ne sono): di solito è facile individuare variazioni di direzione del vento vedendo che orzano o poggiano, è ragionevole pensare che appena sarai nel vento che hanno loro anche tu troverai le stesse condizioni.

Virare o no? se lo scarso è dovuto ad una raffica (e se altre considerazioni tattiche non suggeriscono il contrario) può convenire virare prima dello scarso, in modo da prendere la raffica in buono, e casomai virare nuovamente a raffica finita.

Se invece lo scarso dipende da una variazione "stabile" della direzione del vento (dovuta ad esempio all'effetto di una costa) può convenire entrare nello scarso e virare dopo un po'. Se fai un disegnino della rotta, ti accorgerai subito che dopo un corto lato in scarso ti trovi con un lungo lato in buono (sempre che il vento resti nella stessa direzione! val la pena verificare prima della regata come gira il vento sul campo di regata!).

Passiamo ai compiti del prodiere. Durante la regata su un 470, un buon prodiere deve: tenere la barca piatta (finchè può, oltre un certo punto è il timoniere che deve aiutarlo lascando la randa!), controllare continuamente che le regolazioni delle vele siano corrette (vang e cunningham sono cazzati al punto giusto?...), guardare dove vanno le altre barche, cercando di capire chi guadagna e chi perde, cercare di individuare le variazioni di direzione-intensità del vento sul campo di regata (ed eventuali effetti della corrente) per capire quale sia l'estremità favorita, ed informare costantenmente il timoniere, poi tenere la barca piatta, controllare che le vele siano regolate a puntino... praticamente devi fare quasi tutto!

Il timoniere invece deve stare incollato ai filetti del fiocco (e alla bussola), e soprattutto... portare la barca in velocità, capendo all'istante quando qualcosa non va, basandosi sulle indicazioni che gli dai tu.

In poppa i ruoli un po' cambiano, sei tu che devi stare incollato allo spi ed il timoniere si dovrebbe guardare in giro al posto tuo.

E' sempre fondamentale comunque il passaggio di informazioni, e la fiducia reciproca che fa sì che quando uno dei due chiama una manovra improvvisamente l'altro esegua senza chiedere perchè... sai quanti sono entrati mure a sinistra in un'altra barca perchè hanno chiesto al prodiere "ma perchè c...zo dovrei virare?"

Ciao
Paolo
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
paolomoncia
Mozzo
45 Messaggi
Iscritto il 07-11-2006

Risposta al topic

Con tutte quelle cose che devi fare in barca quando ti diverti?

Saluti Pingui55
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

Ma sai che bello farle mentre schizzi bello steso al pelo dell'acqua, magari con un bel sole e acqua calda?

Poi dopo un po' ti vengono spontanee, come andare in bicicletta! Senza contare la soddisfazione di "dare ordini" al timoniere...
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
paolomoncia
Mozzo
45 Messaggi
Iscritto il 07-11-2006

Risposta al topic

Buona sera. Lo so che e' divertente volevo solo scherzare!
Di che cantiere e' il tuo 470?
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

Era un Nautivela, l'ho appena venduto.
Adesso che ho troppo poco tempo per andare in giro a far regate mi dedico al Buzz... e mi diverto ancora un sacco, anche se spesso ora sono al timone io!
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
paolomoncia
Mozzo
45 Messaggi
Iscritto il 07-11-2006

Risposta al topic

Anche io spesso sono al timone, ma non mi diverto affatto

ciao
Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
"VOLAVO" a vela
pingui55
Velista
258 Messaggi
Iscritto il 07-07-2006

Risposta al topic

A mio parere i buoni e gli scarsi li gidichi per virare in base in ce punto del campo di regata sei dx o sx non è cosi semplice da scrivere in 2 righe......

Di al tuo timoniere,come scrivevano sopra,che si dia una svegliata che il prodiere non ha il timone ed è meno sensibile alle oscillazioni.

Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
egeppo
Velista in porto
27 Messaggi
Iscritto il 04-12-2006

Risposta al topic

Solo una considerazione:
bisogna stare attenti a non chiamare la virata quando il vento sembra dare scarso ma in realtà è solo un po' meno buono.
Mi spiego... se navigo in un buono di 8° e dopo un po' vedo che si è ridotto a 5°, sempre buono rimane. Sembra una cretinata ma mi è capitato che chiamassero virate per questo motivo, intendendo l'esempio fatto come uno scarso di 3°.

p.s.
Se la raffica non si riesce ad anticipare e ci si trova nel lato "sbagliato" sempre meglio prenderla così rispetto a virare. La classica orzatina comunque fa guadagnare. Se da buono fa guadagnare di più...

E comunque preferisco un prodiere che mi chieda tutto ciò che non sa ad uno che mi dica si, ok, rimanendo tutto come prima!! se il timoniere sta su un altro livello meglio, c'è più roba da imparare. Siete una squadra, le carte vanno scoperte!

Inserito il 28-07-2006 alle 22:41
leonardo
Ull
Mozzo
77 Messaggi
Iscritto il 16-01-2008
Rispondi

Effettua l'accesso per poter rispondere al topic oppure registrati al nostro sito!

Iscriviti alla newsletter

© 2001-2019 Velaforfun.com