Forum

Rispondi

Effettua l'accesso per poter rispondere al topic oppure registrati al nostro sito!

Risposte: 3   Visualizzazioni: 912  Sottoscrizioni: 4

470: deriva, trasto, archetto

Apro un altro post per renderlo più visibile.
Questa è la risposta alla mia precedente a cui ha risposto Carlo.Cornamusa

Allego la foto della mia barca quando la acquistai di 2a mano...ora è parecchio diversa per aggiunte varie, il trasto randa è originale ed è quello che vorrei sostituire, anche perchè in Nautivela mi hanno detto che non armano più barche in quel modo da oltre 10 anni.
La foto del precedente post è una delle loro...e non la mia purtroppo!!!
Tu lasceresti il trasto così? O al limite lo faccio a circuito chiuso come ho visto da qualcuno usando solo lo strozzo sopravvento ad ogni virata.

Pensavo di adottare quel sistema per ovviare al circuito deriva che non lavora bene secondo me.
Allego 2 foto di 2 armi derive delle barche dei mondiali, quello col bozzello che recupera l'imbando a poppavia mi piace....non ci sono strozzatori e se scuffiando rientra la deriva devi fare il sub!
Aspetto vostri commenti sempre molto graditi.
P.S.: la mia barca è a Sorico (vicino a Colico) dove c'è la base a lago degli ex-allievi del CVC, chiunque volesse venire a fare un giro è il benvenuto. Non riesco nel profilo a mettere la località giusta
Mi scuso per la prolissità, buon vento
Enrico



Esiste un file allegato da ebarba: SCARICALO
Esiste un file allegato da ebarba: [LINK=/uploads/file_forum/DSCN6137_719200734003PM_ebarba.JPG]SCARICALO[/LINK]
Esiste un file allegato da ebarba: [LINK=/uploads/file_forum/Vista C_719200734003PM_ebarba.JPG]SCARICALO[/LINK]
Inserito il 19-07-2007 alle 15:40
Poca cima, poco marinaio!
ebarba
Velista in porto
5 Messaggi
Iscritto il 15-07-2007

Risposta al topic

una discussione è sufficiente credo :) anche perchè è già stata aperta per quel tema specifico.
Una sola discussione da linearità al discorso!

Toro.

Inserito il 19-07-2007 alle 15:40
Volare a Vela
ToroSeduto
Capitano
2305 Messaggi
Iscritto il 05-03-2002

Risposta al topic

Forse mi hai frainteso.
Conosco molto bene le regole dei forum (sono webmaster www.dottorbarberis.it), ma ho pensato di cambiare titolo poichè ho voluto dare a tutti la possibilità, con un titolo leggermente diverso, di vedere foto di un argomento che sta a cuore a molti: il circuito deriva.
Oltretutto di derive dei mondiali.il titolo ARCHETTO mi sembrava restrittivo.
Cordialmente
ebarba

Inserito il 19-07-2007 alle 15:40
Poca cima, poco marinaio!
ebarba
Velista in porto
5 Messaggi
Iscritto il 15-07-2007

Risposta al topic

Ciao, leggo dopo anni questo post e mi ritrovo nel tuo stesso problema. Il mio 470 ha un trasto della randa senza carrello e il violino del circuito della scotta della randa è ancorato con moschettone su un gancio posizionato al centro del trasto stesso. Essendo la barca di seconda mano evidentemente il vecchio proprietario ha semplificato il tutto senza pretese di performance e tecnica. Però...di bolina, non riesco a portare il boma al centro perchè senza carrello, archetto, double traveler qualsiasi meccanismo mobile, io arrivo a cazzare al massimo la randa fino a "fine corsa" della scotta e il risultato qual è? boma di qualche grado sottovento. Ora, il problema è più un dubbio: montare un archetto tipo quello del 420, che a quanto ho capito deve essere sempre regolato dopo ogni virata oppure una soluzione tipo double traveler come nella foto allegata del 470 del mondiale? secondo voi? e inoltre, potreste darmi dei chiarimenti sullo schema delle due soluzioni??? grazie, Davide
Inserito il 07-02-2017 alle 13:27
DP
DavidePerr
Velista in porto
8 Messaggi
Iscritto il 26-10-2015
Rispondi

Effettua l'accesso per poter rispondere al topic oppure registrati al nostro sito!

Iscriviti alla newsletter

© 2001-2017 Velaforfun.com